Nuova ordinanza sull’approvvigionamento di acqua potabile in situazioni di grave penuria

Il Consiglio federale ha adottato la nuova ordinanza sulla garanzia dell’approvvigionamento di acqua potabile in situazioni di grave penuria. L’esecuzione dell’ordinanza rimane di competenza dei Cantoni.

goccia d'acqua
Immagine: C. Ritz

La revisione totale dell’attuale ordinanza sulla garanzia dell’approvvigionamento con acqua potabile in situazioni di emergenza è intesa a evitare situazioni di penuria e ad aumentare la resilienza dei gestori degli impianti di approvvigionamento idrico. L’ordinanza, entrata in vigore il 1° gennaio 1992, è stata aggiornata e adeguata alla nuova legge sull’approvvigionamento del Paese (LAP).

Rispetto al testo attualmente in vigore, le competenze materiali della Confederazione non vengono ampliate. Viene dato rilievo al coordinamento e alla collaborazione interregionale. L’esecuzione dell’ordinanza rimane di competenza dei Cantoni. I compiti dei servizi cantonali e dei gestori degli impianti di approvvigionamento idrico sono definiti in maniera più chiara e le prescrizioni sono state ridotte. In tal modo viene rafforzata la competenza dei Cantoni.

L’ordinanza entra in vigore il 1° ottobre 2020.

Categorie

  • Acqua potabile